Home » Notizie » Torino in un videogame

Ogni occasione è buona per valorizzare Torino, come quella di inserire alcuni rimandi alla città in un videogame.

È questo il caso di Grey – an alien dream, gioco creato da due amici di Torino, Federico Fissore e Alex Peragine, in uscita tra novembre/dicembre 2019 sulla piattaforma Steam.

Ecco il trailer del videogame per farvi un’idea.

Avete riconosciuto il profilo della Porta Palatina e della Sacra di San Michele?

E, da quanto affermano i due creatori nell’intervista sul quotidiano La Stampa, ci sono altri riferimenti a Torino: Porta Palazzo, Palazzo Carignano e il toro di piazza San Carlo.

Una bella occasione

Tramite il successo del gioco alcuni simboli di Torino si potranno diffondere in maniera più capillare, coinvolgendo persone che magari non li conoscono affatto.

E chissà che, una volta terminato il videogame, non venga voglia di vederli dal vivo.

Del resto, questo meccanismo scatta grazie a film, telefilm e fiction.

Per citare uno dei casi più eclatanti, pensate a Il commissario Montalbano e al grande richiamo turistico per i luoghi siciliani in cui è ambientato. 

Quindi ben venga che Torino diventi palcoscenico di qualsiasi forma di creatività: film, fiction, pubblicità, romanzi, clip musicali  e, perché no, anche videogiochi.

Non siete d’accordo con me? Scrivetemelo nei commenti.


Mentre scrivevo questo post, mi è venuta l’idea di approfondire il discorso dell’uso di Torino e dei suoi capolavori nelle altre arti, come la letteratura, il cinema e la musica.

Pertanto nei prossimi giorni mi dedicherò alla ricerca e al più presto troverete degli articoli sull’argomento.

Che ne dite? Avete già dei suggerimenti da darmi?

Non vedo l’ora di mettermi all’opera perchè è sempre bello scoprire cose nuove su Torino.

Mi raccomando, continuate a seguirmi e iscrivetevi alla newsletter, per essere certi di non perdervi nessuna news sul mondo dell’arte a Torino.

A presto con la prossima news.